AL TEMP DE SANT AMBROEUS FOM 2,00 € Home
  • AL TEMP DE SANT AMBROEUS FOM 2,00 € Home
  • AL TEMP DE SANT AMBROEUS FOM 2,00 € Home

AL TEMP DE SANT AMBROEUS

2,00 €
Tasse incluse

Nessun punto premio per questo prodotto.

Metà del IV secolo d.C. periodo storico di S.Ambrogio. Materiale digitale scaricabile per organizzare un Grande Gioco Robinsoniano!

Quantità
Non disponibile

100% pagamenti sicuri
 

Spese di spedizione

Il tema di questo Grande Gioco prende spunto dal periodo storico in cui è vissuto S.Ambrogio, vescovo a Milano dal 374 d.C.
Siamo nella metà del IV secolo d.C.
Milano è nodo commerciale sulle vie per l'Oriente e per l'Occidente. E' città di singolare importanza economica e strategica dell'Impero Romano, un impero in gran fermento.
I popoli barbari germani in Italia sono ormai "di casa", perchè attirati dalle terre fertili e dalla domanda dei Romani di soldati e agricoltori. I problemi dell'Impero intanto, sono quelli dell'amministrazione e del mantenimento del grande regno conquistato nei secoli precedenti con campagne di guerra e abili trattative. L'amministrazione dei territori spesso è affidata agli stessi capi barbari, come riscatto per i servizi militari prestati all'Impero. Così i loro eserciti, nel tempo, si trasformano da soggiogati a truppe ausiliarie, da combattenti nell'esercito romano sotto il vessillo imperiale, a difensori degli interessi dei grandi proprietari terrieri.
È il segno della decentralizzazione del potere che comporta un processo di barbarizzazione. Ma ciò significa anche grandi trasformazioni e nuovi scambi culturali: nella vita sociale barbari e Romani convivono, anche per alcuni periodi in relativa tranquillità, dedicandosi al commercio, all'artigianato, all'agricoltura.
È da questa situazione storica, sostanzialmente di pacifica penetrazione dei popoli germani, che raccogliamo spunti e suggestioni per l'animazione del tema di questo Grande Gioco: non è la rievocazione dello scontro tra Romani e barbari, ma il tentativo di cogliere aspetti meno conosciuti (o solo letti distrattamente sui libri di storia del secolo che ha visto la presenza a Milano del grande Santo Ambrogio, di cui ricorre quest'anno il centenario dalla morte avvenuta nel 397.

Le grandi coreografie delle parate, il raglio delle buccine, la vita quotidiana del popolo indaffarato in mille attività, la lotta tra gladiatori e belve, i preziosi gioielli, gli sfarzi decadenti dell'Impero, le grandi carovane di barbari con i loro oggetti inseparabili, gli scudi, i vessilli, le insegne, i carriaggi,... questi saranno il "colore" del gioco e, dove si riuscirà, per non tradire la storia,
bisognerà usare come sempre un intelligente umorismo, dando alle cose un nuovo e simpatico punto di vista.
Ecco a voi le molte idee che ci vengono offerte dal gran fermento di popoli, abitanti o soltanto in transito nel milanese al tempo di Teodosio I: da Cedrate a Cassago, da Somma Lombardo a Desio, da Arcisate al... tuo paese, Romani e Goti, Daci e Traci, Unni e Burgundi, Longobardi e Marcomanni, Angli e Sassoni, Alani e Celti, carovane di popoli provenienti da mezzo mondo, si raduneranno pacificamente per un giorno di festa insieme.

RICEVERAI IL PDF VIA MAIL DOPO L'ACQUISTO.

FOM
chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.